In giugno 2016 è stato pubblicato dal Centro Editoriale Imperiese il IV volume di una collana molto particolare che ha alla base una bella storia di amore coniugale. Eccola.

Il prof. Bruno Bisio, psichiatra, criminologo forense, docente all’università di Pavia, autore di testi scientifici ma anche di libri di poesia e narrativa, residente a Sanremo, è morto alcuni anni fa lasciando alla moglie una quantità incredibile di testi, in parte inediti, in parte apparsi su riviste ormai introvabili, in parte pubblicati da case editrici specializzate ed esauriti da tempo. La signora Maria Grazia, legata al marito da grande affetto ma anche da affinità spirituale, ha deciso di far pubblicare (o ripubblicare in una nuova veste) tutti i testi del marito in suo possesso, dopo avere avuto l’assicurazione che sarebbero stati esposti anche in una sezione speciale della biblioteca universitaria di Pavia. Nel dicembre 2014 il primo pezzo della serie ha raccolto Noi tra solitudine e comunicazione/Attori del comportamento sociale/Sulle orme di Caino; nell’aprile 2015 il secondo I giorni dell’agguato/Animi violenti/Noi tra devianza e crimine; nel settembre 2015 il terzo Individuo e società/Vivere insieme/La società si difende; nel giugno 2016 il quarto Il fatto delittuoso/Antropologia criminale/Delinquenza allo specchio. Ogni volume di gradevole lettura (sembra strano con certi temi, ma è così) ha tra le 400 e le 500 pagine e si presenta con copertine colorate ideate da Maria Grazia, valente pittrice. La serie dei lavori di Bruno Bisio è destinata a continuare fino all’esaurimento dei testi scientifici per procedere poi con quelli, altrettanto abbondanti, di ispirazione prettamente letteraria.

bisio bisio uno bisio tre bisio due

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi