Così, così…

di Chiara Frassi

In copertina, Paul Klee, “Cat and Bird”, 1928

10,00

[ 1998 - 64 pagine ]

INTRODUZIONE Dopo uno scivolone, quando aspettiamo che la crosta ci guarisca e che il ginocchio sbucciato torni ad essere di nuovo liscio come era prima della ferita, si allontana il giorno del dolore (quello in cui siamo caduti e ci siamo fatti male) e questo allontanarsi ci rende più sicuri e curiosi, tant’è che ci viene voglia di grattarci via quella crosta e di guardare se, sotto, si sia già formata una pelle e come sia quella pelle nuova. Così è scrivere: una pulsione che viene dopo un dolore, quando il dolore è già lontano e ha lasciato solo una gran voglia di esplorare e di curiosare.
Questi racconti sono nati per caso, guardando la realtà di tutti i giorni da un’angolatura ridotta e particolare, anche i “protagonisti” sono del tutto casuali ed assolutamente fantasiosi, la realtà in cui sono calati è a metà fra quella che si sta vivendo ora e quella che si è sempre vissuta e si crede di poter vivere ancora. Chissà?
P. S. Per motivi assolutamente particolari sono profondamente affezionata al racconto “Così, così” che titola questo volumetto. Ottobre 1998

> BLOG LIBRI >> Così, così… racconto di Chiara Frassi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi