Gente di una terra lontana

racconti

di Bartolo Modaffari

Prefazione di Stefano Delfino

Copertina e disegni dell’interno di Mico Marino

Disegni di Mico Marino

10,00

[ 2003 - 136 pagine ]

 

ahhh

Partivano cantando e piangendo. Vecchi, giovani e bambini. Avevano ben sistemate le povere cose di sempre, necessarie all’inizio di una nuova vita, in vecchi scatoloni di cartone legati con spago robusto ed in valige grosse e deformate come certe nuvole di primavera sul mare Jonio. Si chiamavano da un finestrino all’altro del lungo treno più per farsi vicendevolmente coraggio che per salutarsi. Gioia e dolore erano ben visibili nel volto di ognuno, di chi partiva e di chi restava. A Villa San Giovanni, protesa sullo stretto di Messina con le sue case basse e bianche ad unire, con veloci e leggere navi traghetto, la Sicilia al continente, creature della Calabria e dell’isola vicina davano l’addio ai rispettivi paesi, al mare ed al cielo, alla miseria antica, con un sospiro ed una speranza, nei sibili accorati dei tanti treni che partivano verso l’ignoto dove altri cieli ed altri mondi avrebbero accompagnatoil cammino del loro riscatto. Ogni treno che partiva rappresentava l’inizio e la fine di un dramma, ed ogni partente e tutti quelli che restavano avevano ben netta in cuor loro la sensazione che tutto si svolgeva come doveva svolgersi secondo un copione scritto da sempre e per sempre da un destino oscuro ed invincibile in quell’angolo di Calabria. Verso i treni che andavano si protendevano mani come bandiere di un’immensa disfatta. Dita incallite e povere, nere, si tendevano nervose quasi ad afferrare un mondo che moriva: rimanevano alte per un attimo eterno quasi a significare una resa senza speranza…

ehhh

DELLO STESSO AUTORE Quaranta racconti in un battere di ciglia – Cei, 1998; I figli del vento – Cei, 2008

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi