Il passaggio della cometa

di Ambra Noè

10,00

[ 1997 - ristampa 2015 - 138 pagine ]

È il rapporto uomo-natura o più specificatamente uomo-mare a condizionare la psicologia e le scelte di tutti i personaggi, denudati dagli orpelli e da ogni maschera esteriore, in un clima da sogno, mentre la realtà, sulla scia della cometa, è in attesa dietro la porta.

«Già, la cometa! La cometa di Halley passò rapida nella sua scia verso gli spazi siderali lasciando, indifferente agli uomini e ai loro destini, un’eredità di poche gioie e di molti dolori, guerre, tragedie private e sociali, pestilenze, come sostenevano gli antichi, da me derisi. Come è noto, nel vaso di Pandora restò solo la speranza e da qualche tempo la cerco, a dispetto dell’inquinamento, in quell’ultima luce furtiva del tramonto. Dal momento che risulta difficile scorgerla, andrò ancora incontro all’oceano e a quello sguardo che ne è pieno. Secondo Daniel, seguendo il destino del nome, è là che sono scivolata milioni di anni fa.»

Della stessa autrice, L’istinto della tartaruga (Cei, 2001/2015) –  Il testimone verde (Cei, 2010) – Il seme della strega (Cei, 2011)

> BLOG LIBRI >> I discendenti del Bounty

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi