Imperia a scacchi

35 anni di Festival Internazionale

di Antonino Faraci e Bruno Viano

COLLANA LABORATORIUM

5,00

[ settembre 1993 - 30 pagine ]

Il Festival Internazionale di Scacchi di Imperia è uno dei più noti ed importanti in Europa. Nel 1958 era già attivo da qualche anno il Circolo degli Scacchi – segretari gli attivissimi Agostino Giribaldi e Demo Tripaglia. L’idea del Festival nacque da alcuni incontri amichevoli che il Circolo ebbe con gli scacchisti di Nizza. La Federazione italiana degli Scacchi, presieduta allora dal conte Del Verme, approvò immediatamente l’idea; segretario della Federazione era il maestro Giovanni Ferrantes, direttore e proprietario della rivista L’Italia scacchistica, che fu anche direttore dei primi Festival imperiesi. Negli anni, per merito dei presidenti che si sono avvicendati e di tutti i soci, l’importanza del Festival è cresciuta per numero e valore dei partecipanti provenienti da tutto il mondo, trovando anche una sede adeguata e prestigiosa.

COLLANA LABORATORIUM

Salto con Last di Alessandro Prevosto;

Gli scacchi, storia, simboli, arte, psicologia di Antonino Faraci;

Imperia a scacchi di Antonino Faraci e Bruno Viano;

Signori, Imperia di Enzo Gatti;

Botti commemorativi di Francesco Fazio e Giulia Zadro;

Vedrai, vedrai di Francesco Fazio;

Gocce di Maria Antonietta Cecamore

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi