L’enigma della vita

di Luciano Di Grazia

Prefazione di Franca Natta

In copertina, “L’Albero delle farfalle” di Ligustro

12,00

[ 2015 - 222 pagine ]

PREFAZIONE Luciano è stato presente sin dall’inizio al corso di scrittura creativa che ho organizzato all’Auser Filo d’Argento di Imperia a partire dall’autunno del 2003. Quell’anno volevo portare il mio contributo all’Università popolare dell’età libera, non avevo un’idea chiara di come coinvolgere i nostri iscritti e avevo poche speranze di spingerli verso l’esperienza della narrazione, orale e scritta, delle loro memorie personali. Luciano è stato il mio primo sostenitore, aveva tantissime cose da raccontare e una gran voglia di condividerle. Il tentativo iniziale si è concluso in modo un po’ disastroso, divertente, ma di scarso successo. Avevo pensato di creare un racconto giallo collettivo, valorizzando idee, stimoli, descrizioni di ambienti di ciascun corsista: Luciano ha partecipato alla costruzione della trama, con intelligenza, creatività e tanta ironia, ma, al momento di scrivere, ha seguito la sua strada ed abbiamo pubblicato la prima testimonianza sulle sue esperienze africane. Da quel momento ho capito che non potevo imporgli un copione e che Luciano doveva essere libero di scrivere tutto quello che gli dettava il cuore. Quando mia sorella Grazia è venuta a risiedere definitivamente ad Imperia e ha preso parte attiva alla gestione delle nostre iniziative, è diventata la sua beniamina perché non si limitava a sollecitare e ad accogliere i testi dei corsisti, ma ha avviato un percorso di perfezionamento della tecnica narrativa. Luciano la chiamava l’insegnante. Quanti anni sono passati? Molti, nel decimo volume delle nostre pubblicazioni annuali ci sono ancora sue preziose testimonianze, ma l’undicesimo è uscito senza il suo contributo. Donatella ha deciso di raccogliere in un’unica pubblicazione tutti i testi, non solo quelli già presenti nelle raccolte annuali, ma anche gli scritti rimasti nel cassetto: è stato un grande gesto d’amore. Grazia si è immediatamente offerta di curarne la stesura e la nostra cara editrice, Emilia, ha accolto la proposta con gioia, conoscendo da anni le abilità narrative e la sensibilità emotiva di Luciano. Un altro grande amico, Ligustro, pittore e incisore, ormai famoso in tutto il mondo per le sue xilografie policrome in stile e tecnica giapponese, ha voluto ricordare Luciano con l’opera di copertina: una delicata rappresentazione di farfalle in volo sulla nostra città. (Franca Nastta)

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi