Li Mendez el Tanguero

di Bruno Bianchi

16,00

[ 2010 - 166 pagine ]

La trama è l’insieme delle vicende che si svolgono all’interno di un ambiente musicale e di professionisti del tango argentino. La base dei motivi musicali non sono mai storie allegre, difficilmente si incontra un tema piacevole, forse perché sulla felicità non c’è nulla da dire o da scrivere. Alla base di un testo musicale ci sono sempre cose tristi o tragedie come nelle opere liriche. Un incrocio di ballerini si svolge a Buenos Aires in Argentina dove è nato il tango, ed è una storia di tangueros, dove l’amore gioca la parte più importante tra una coppia di protagonisti. La storia si svolge in un ambiente forte e violento dove i coltelli sono una normalità. Il territorio fa parte del romanzo e ne fanno parte la famiglia del protagonista e tutto l’ambiente di guerre e dittature che hanno spadroneggiato per tanto tempo in Sud America. Tutto è raccontato simbolicamente dal grande poeta e scrittore argentino Jorge Luis Borges che di queste storie è stato maestro.

DELLO STESSO AUTORE Nel silenzio del bosco – Cei, 2008; Una lettera esistente mai spedita e mai scritta – Cei, 2008; Pittimo e Minizeli – Cei, 2008; Uno scrittore da strada nel nome di Dio – Cei, 2010; La tana di Bertrand – Cei, 2010; Il segreto del fiore del deserto – Cei, 2010; Chi ha ucciso Pablo Escobar – Cei, 2014; Sereno sotto la pioggia – Cei, 2014

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi