Nel silenzio del bosco

Aspettando la sera

di Bruno Bianchi

Prefazione di Carlo Lercari

14,00

[ 2008 - 120 pagine ]

PREFAZIONE Scappavamo. Profughi dal confine italo-francese, il primo incontro con i partigiani, verso Col di Nava. Uomini come gli altri, nonostante la propaganda… A 17 anni sarebbe stato molto difficile scegliere. Tiba invece lo fece. E poi lo fece Alberto; e tanti altri… Ma l’autore disdegna l’odore degli spari, rifiuta l’acre amaro del sangue. Non si lascia travolgere dalla battaglia. E con tocco leggero ed elegante descrive emozioni e sentimenti, sogni e speranze. Di uomini e di giovani nella solitudine d’un periodo buio e fumoso. Non è quindi un libro di guerra; altre sono le pubblicazioni storiche dell’epopea partigiana. Qui, l’autore si ferma ad osservare, a meditare, nel silenzio del bosco; là, dove vissero uomini e giovani per tanto tempo, nella precarietà di giorni difficili e rischiosi. Dice: «L’alba iniziava ad aprire fessure di luce e le strade del vento erano scritte nel cielo di questo paesaggio sempre uguale. .. Da dove la valle si chiude, terminando contro il crinale della montagna, un vento familiare scorreva secondo misteriosi orientamenti. La fabbrica infinita di luce penetrava in ogni minutissimo spazio, dorando il bordo delle foglie … che mutavano d’ombre e di luminosità…» E ancora: «Le ombre della sera sono il momento ideale per le riflessioni. La ricerca di un angolo solitario per chiudere la giornata, mentre gli echi si moltiplicano. È il momento che gli uccelli cercano il rifugio per la notte…» Letto così, Nel silenzio del bosco propone certamente un aspetto diverso dalla lotta partigiana, lasciandoti nell’animo la nostalgia dei verdi silenzi, lo stupore e l’ansia dell’alba, la malinconia struggente della sera. Mentre t’accorgi d’essere ancora vivo, e lentamente ti addormenti. Un libro, dunque, che – nella storia partigiana – porta uno spiraglio di delicata spiritualità, e di introspezione giovanile. Proprio com’erano i ragazzi di allora… (Carlo Lercari)

DELLO STESSO AUTORE Una lettera esistente mai spedita e mai scritta – Cei, 2008; Pittimo e Minizeli – Cei, 2008; Uno scrittore da strada nel nome di Dio – Cei, 2010; La tana di Bertrand – Cei, 2010; Il segreto del fiore del deserto – Cei, 2010; Li Mendez El tanguero – Cei, 2010; Chi ha ucciso Pablo Escobar – Cei, 2014; Sereno sotto la pioggia – Cei, 2014

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi