107 riflessi (di Me)

di Giulia Quaranta Provenzano

[ 2015 - 120 pagine ]

PREFAZIONE A Voi, Amici di vecchia data e non ancora incontrati, affido questi versi nella speranza che possiate trovare in essi ossigenanti motivazioni per continuare a percorrere il Vostro cammino con fiducia – persino nelle avversità. Ogni volta che le mie piccole dita accarezzano la penna sento fluire dentro linfa vitale. Scrivere per me è uno sfogo ristoratore nonché un propellente indispensabile per superare qualsiasi momento di tristezza, nella certezza che la mia voce potrà sempre elevarsi verso orizzonti più ampi. Potere terapeutico della parola! Un piacere ed onore dunque condividere un così prezioso dono come la possibilità di esprimere i propri sentimenti e stati interiori con Animi sensibili e maggiormente con quelli travagliati, induriti dalle troppe sofferenze affinché – chissà – un po’ di calore riesca finalmente a riattivarli. La vita, in fondo, è come una tavolozza da pittore: talvolta prevarranno i colori cupi, talaltra quelli vivaci … l’importante è non perdere mai la voglia di impugnare il pennello per creare una nuova opera d’arte. Questa è la ragione per cui in codesto breve volumetto ho raccolto Poesie eterogenee, ognuna con un suo perché, in una gamma multicolore di sfumature umane. 107 riflessi del mio sentire. G.Q.P.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi