POESIE

Poesie

di Leonardo Guasco

10,00

[ 2015 - 150 pagine ]

PREMESSA Scrivere poesie, quando il pensiero risulta offuscato, risponde soprattutto alla necessità di esprimersi ugualmente; per tale ragione, rileggere ciò che ho scritto in passato ha avuto per me quasi il senso di un ritrovamento archeologico, assieme al disagio per le cose improponibili, che avevo comunque fatto leggere a qualcuno. Trattandosi di situazioni nelle quali la riflessione più pacata risultava impossibile, era assai difficile osservarsi anche col dovuto distacco, e se oggi tutto appare più chiaro rispetto ad allora posso almeno rallegrarmi del fatto di essere sopravvissuto a tanto diluvio. Invece i pareri positivi li conservo nel ricordo, come altrettante reliquie, poiché rappresentarono, allo stato in cui allora mi trovavo, conferme capaci di legittimare il mio esistere, e quindi la fiducia che per un senso di oscura confusione non riuscivo a trovare in me stesso. Sono presenti riferimenti ad autori preferiti, nelle citazioni riportate in corsivo, e qualche irrinunciabile convenzionalità nella forma. Per quanto concerne l’amore folle, di allora, soltanto oggi ne conosco le implicazioni, in quella diminuzione dell’ego che riveste un insospettato valore. (L. G.)

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi