Strade paralLele

Il libro riunisce sotto un unico titolo i cinque già pubblicati e le poche pagine finora inedite

di Adriana B. Ferrari

Prefazioni di Mario Giachero, Franco Carli, Jole Baldaro Verde, Fabia Binci, Giorgio Macario

Copertina di Fabrizio Benedetto

18,00

[ 2015 - 428 pagine ]

PRESENTAZIONE Ho conosciuto Adriana Ferrari Benedetto nell’ormai lontano 2002, in occasione della sua prima mostra di collage a Imperia. Era un normale pomeriggio di normale – e noiosa – attività scolastica, al termine della quale una mia collega, che già la conosceva dai tempi del liceo, mi propose di visitare la mostra, facendomi un breve ritratto della sua amica artista, proposta cui aderii immediatamente. Io non ho alcuna predisposizione per l’espressione artistica, nessuna abilità manuale… provai subito curiosità e interesse per una tecnica a me totalmente sconosciuta e per la persona che, a detta della mia collega, era così brava! Devo essere sincera: non mi aspettavo di vedere quello che ho visto! L’impatto visivo fu folgorante: cordicelle, spirali, occhi, mani… e poi, quasi perdute in un apparente disordine, visioni della nostra terra, la Lanterna di Genova, richiami, allusioni alla nostra città… C’era di che rimanere sconvolti: non solo da tanta bravura (erano tutte opere bellissime a vedersi, dove anche la calligrafia armoniosa di Adriana diventava un elemento decorativo, che ammirai immediatamente), ma anche dalla capacità di comunicare l’incomunicabile (ed è lì che è l’arte vera): ansie, inconscio, pensiero profondo… Ma non solo, perché percepivo anche richiami alla classicità, alla grande poesia del passato, a culture pressoché sconosciute… Adriana ci accolse con grande affabilità, ci illustrò le sue opere, le sue tecniche, i suoi modelli. La conversazione era piacevole, Adriana è una persona colta, con tanti interessi; si percepiscono immediatamente la sua apertura mentale, il suo gusto per la sperimentazione. Grazie alla sua cordialità e alla sua spontaneità non mi sentii affatto fuori posto, nonostante il mio essere totalmente incompetente nella maggior parte degli argomenti di cui discutemmo quel giorno. Poi vennero altre occasioni di incontro; seppi dalla mia collega che Adriana aveva pubblicato un libro di poesie… molto intrigante. Lo lessi, mi piacque tutto: la veste tipografica, la copertina, con un disegno che riproduceva una pianta, ma non una pianta qualsiasi, una euforbia testa di Medusa (che aveva, anch’essa, una storia che poi Adriana mi ha raccontata): tormentata, spiraliforme, con tanti occhietti all’estremità dei serpentelli… Ma ammirai soprattutto la musicalità dei versi, tra i quali predominavano endecasillabi che sembravano scaturire con facilità estrema dalla… mente? … dalla penna? Recentemente Adriana mi ha detto che la sua poesia scritta è solo il risultato di un pensiero che è già di per sé, spontaneamente, verso. E mi è tornato in mente quel mesto pentametro di Ovidio: et quod temptabam scribere versus erat. Poi sono venuti altri libri, sempre altrettanto intriganti, e altri collage, che la nostra associazione di ex alunni (ed altro) del liceo classico De Amicis ebbe la gioia di esporre, dieci anni fa, in una bellissima mostra al Centro Culturale Polivalente, visitata e ammirata da personaggi di spicco, tra i quali ricordo il prof. Sborgi, accompagnato in quell’occasione da una giovanissima Daniela Lauria, che vedevo allora per la prima volta. Al termine dell’incontro, ricco di interventi e spunti culturali appassionanti, Adriana stessa ha brevemente ripercorso il suo itinerario poetico, ricordando le persone che hanno contato nella sua formazione: tante persone che ora non ci sono più. Non c’è più, soprattutto, il suo “Maestro”, Lele Luzzati, del quale so – per l’amicizia fraterna e complice che ora mi lega a lei – che Adriana ha tracciato un ricordo commosso: spero che presto ci ritroveremo tutti per festeggiare ancora, insieme, l’uscita di quest’opera. (Marisa Dallerice – New Mag n. 6/2015)

> BLOG LIBRI > Appuntamento con la poesia di Adriana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi