Il sogno di una vita: una vita da sogno!

I modesti pensieri di un visionario della vita

di Fabio Strafforello (in arte Vick)

Illustrazione di copertina di Pierangela Fierro Trincheri

10,00

[ 2013 - 138 pagine ]

PREMESSA Ho selezionato dai nove libri che ho scritto in questi quattro anni i pensieri, le immagini e le evocazioni più significative che maggiormente mi hanno colpito nella mia sensibilità, nell’intento di creare un “lavoro di riassunto” che possa rappresentare al meglio il mio percorso spirituale ed umano. Nel luglio del 2008 sono rinato in questa vita per l’ennesima volta, così come accade ad ognuno di noi, nei casi in cui veniamo colti dalle delusioni, a volte anche solo temporanee, dell’esistenza, o anche solo dalle sensazioni deludenti che essa ci trasmette nel suo avvicendarsi fra i dubbi e le paure di ciò che ci è razionalmente ignoto. Talvolta i motivi che ci spingono a questa ricerca non sono solo quelli appena citati da me, ma il desiderio di dare o di trovare un senso alla propria vita per ricavarne e trattenerne un valore che sembra sempre sfuggirci dalle mani, lasciandoci spettatori attoniti del susseguirsi incomprensibile degli avvenimenti che ci coinvolgono. Ricordo sempre, se ve ne fosse bisogno, che al di là delle teorie, delle sensazioni che ci prendono, della poesia che vive in noi, dell’irrazionalità che sentiamo come parte reale della vita, ed altro ancora, c’è un mondo fatto di praticità nel quale occorre vivere con consapevolezza, con impegno, con coerenza e con coscienza, certi che sia solo col sacrificio e dando il meglio di noi stessi che si possono raggiungere dei traguardi personali e non solo, importanti, così da consentire una progressione positiva dell’umanità nel suo lungo cammino verso la direzione del Creatore.

Tutto è vero come l’illusione di crederlo! (Vick)

RECENSIONE Nel “tascabile”, dal titolo significativo “Il sogno di una vita: una vita da sogno!”, l’autore ha voluto dare spazio e risalto ai pensieri ed agli aforismi (tratti da precedenti libri) da lui ritenuti più ricchi di implicazioni speculative e più rivestiti di luminosità e forza contenutistiche. Ma anche considerati più idonei e carichi di stimoli riflessivi. È questa sinceramente un’opera meritoria, che racchiude appieno l’intensità e l’originalità del pensiero dell’autore e che vuol creare un rapporto quasi dialogico ed essenziale con il fruitore. Si fa, dunque, autentico sigillo di tutta la compiutezza espressiva e concettuale di Fabio. Nel volume “Parole riflessive nell’eco della coscienza” ritroviamo riflesse e approfondite tutte le tematiche e le tensioni, scaturite da un animo sensibile, che, partendo dal “cerchio” personale, crea un’area di introspezione, di interrogazione, di invenzione, di analisi, di dubbi, di rapporti, di problematiche esistenziali… L’autore spazia ampiamente nel significato più profondo dell’esistenza e dell’uomo, ricercando, nella sua articolata e anche sofferta indagine, la via di una condotta vitale che sappia di impegno serio e responsabile e tentando quel tratto indicativo verso la possibile verità. Le compenetrazioni così vive ed autentiche si fanno indubbiamente messaggio intenso e corposo, nonché richiamo avvertito (mai forzato), perché, sfogliando la realtà dei giorni, si faccia concreta e vera una crescita positiva e propositiva delle coscienze verso un presente, traballante, freddo, confuso, e verso un futuro sempre più incerto. E per tale sforzo di elevazione non possiamo non poggiare soprattutto su una nostra buona volontà e su una consapevolezza finalmente convinta. In questo senso, un aiuto, un sostegno ed un incentivo efficaci ci possono derivare dalla memoria, che non deve essere accantonata, ed anche da una fede (nel mondo, nell’uomo, nella natura, in Dio) che corrobora. Opera, pertanto, di non facile lettura, ma altamente stimolante e indicativa, che può costituire uno scrigno prezioso per lettori attenti, sensibili, disponibili, capaci di farsi coinvolgere e di reagire; lettori in grado di sentirsi investiti da propositi valoriali ed in grado di porsi in discussione in ordine ai propri comportamenti; lettori umili e portati all’autocritica costruttiva, ma anche spinti ad aprire dinanzi ai loro passi strade fondamentali nel condurre ad una continua, salutare, degna rinascita dei giorni.    (Gian Gabriele Benedetti, 2013)

DELLO STESSO AUTORE Pensieri senza tempo – Cei, 2009; La verità del sentire – Cei, 2009; Immaginare è la nostra libertà – Cei, 2010; Un volto… tanti sguardi– Cei, 2010; Il pensiero… la luce dell’uomo – Cei, 2010; Zeitlose Gedanken – Cei, 2011 (versione tedesca di Pensieri senza tempo); Il cristallo delle sensazioni – Cei, 2011; Parole riflesse nell’eco della coscienza – Cei, 2013; Dialoghi – Cei, 2014; Pensieri riflessi (sei oltre il tempo) – Cei, 2014; I mille pensieri della saggezza – Cei, 2016

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi