La Via Crucis da Gerusalemme a Porto Maurizio

di Biancamaria Gandolfo Donatiello

Centro Studi Leonardiani

Prefazione di Cesare Vaiani

Copertina di Gabriele Oreggia

15,00

[ 2005 - 206 pagine ]

Il lavoro di Biancamaria Gandolfo Donatiello non verte direttamente sulla figura di san Leonardo, ma è il risultato di ricerche minuziose, approfondite, appassionate in campo storico, letterario e religioso per colmare una lacuna; non esisteva ancora infatti un testo che raccogliesse organicamente il vasto e vario materiale da cui nell’arco di secoli andò prendendo corpo l’esercizio della Via Crucis, a lungo praticato solamente all’interno dei conventi francescani. Il merito di aver organizzata definitivamente e di aver divulgata la pratica della Via Crucis è da attribuirsi a San Leonardo da Porto Maurizio che molto ebbe a soffrire per realizzare questo progetto di cui intuiva la profonda carica devozionale e l’insostituibile valenza sulla via della conversione. Padre Cesare Vaiani Ofm, docente di Teologia Spirituale e di Storia della Spiritualità presso la Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale, francescano e minorita, ha curato la prefazione de La Via Crucis da Gerusalemme a Porto Maurizio, mettendo in evidenza le ragioni che ne fanno un testo particolare: il tema della Passione e della morte di Gesù sulla Croce, espressione più alta dell’Amore Trinitario, lo rende fondamentale per il credente che è aiutato a meditare e pregare. Ma credenti e non credenti, leggendo il libro della Gandolfo, hanno occasione di riconoscere quanto la nostra storia, le nostre tradizioni, buona parte delle forme artistiche ed espressive siano inpregnate di valori e di storia cristiani. Lo sguardo dell’autrice spazia nel tempo e nello spazio; dai primi secoli cristiani all’età moderna, dalla Terra Santa ai conventi francescani, dalla Sindone alle confraternite… per approdare e soffermarsi sul lembo di Liguria su cui sorge la Porto Maurizio, dove la devozione alla Croce e alla Passione di Gesù è stata sempre forte e sentita e dove è nato il futuro san Leonardo che, non a caso, su questa devozione ha impostato la sua vita. Lo studio di Biancamaria Gandolfo Donatiello, diviso in cinque parti, dapprima documenta dal punto di vista religioso, storico, letterario e artistico a livello europeo, italiano e ligure, la nascita della Via Crucis nella versione definitiva in quattordici stazioni; successivamente ne segue la diffusione in Occidente e a Gerusalemme.

viac 2

Gesù incontra le donne di Gerusalemme  Oratorio di Santa Croce al Monte Calvario di Imperia

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi